Archivi categoria: laboratorio di scrittura

Le transizioni – Pajtim Statovci — PARLA DELLA RUSSIA

“Nessuno è tenuto a rimanere la persona che è nata, possiamo ricomporci come un nuovo puzzle”. Questa la filosofia di Bujar, che in fuga dall’Albania (e da se stesso) attraversa Europa e America in un continuo inseguimento di ruoli. Una … Continua a leggere

Pubblicato in economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

Erika Fatland, Sovietistan. Un viaggio in Asia centrale — Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Negli otto mesi successivi avrei visitato cinque fra i paesi più nuovi del mondo: il Turkmenistan, il Kazakistan, il Tagikistan, il Kirghizistan e l’Uzbekistan. Nel 1991, quando crollò l’Unione Sovietica, per la prima volta nella storia questi paesi divennero stati … Continua a leggere

Pubblicato in economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

Spillover. L’evoluzione delle pandemie — Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Qualche giorno fa, ho letto un interessante articolo di Paolo Cacciari su “Il fatto quotidiano” , dal titolo “Covid, “tempesta perfetta nata dall’uomo“, che mi ha rimandato ad un libro passato un po’ inosservato , alla sua uscita, ma che … Continua a leggere

Pubblicato in economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

La malattia ‘letteraria’ in “Senilità” di Italo Svevo — Lo Specchio di Ego

Di Matteo Maci Senilità è il secondo romanzo di Ettore Schmitz, in arte Italo Svevo, pubblicato nel 1898. L’opera conobbe un successo molto limitato, probabilmente per lo stile innovativo del romanzo, che si discosta dallo standard naturalista/verista dominante per adottare … Continua a leggere

Pubblicato in economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

Alla finestra — Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Chi guarda stando fuori da una finestra aperta non vede mai tante cose quanto colui che guarda una finestra chiusa. Non c’è oggetto più profondo, più misterioso, più fecondo, più tenebroso, più abbagliante d’una finestra rischiarata da una candela. Quanto … Continua a leggere

Pubblicato in antropologia, economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

Il cupo corale delle separazioni e delle perdite in Sylvie Schenk — minima&moralia

È diventata una persona che solo di rado pensa alle imperscrutabili possibilità di un precipizio, Louise. Ripercorre la sua vita osservandola sul finire, provando ancora piacere alla vista del verde intenso di un prato, “della luce autunnale che fa emergere … Continua a leggere

Citazione | Pubblicato il di | Lascia un commento

INQUIETUDINE SECONDO PESSOA — ARTICOLO 21

Alle volte un libro può salvare una coscienza. Ecco la personale visione di Mauro Negri su “Il libro dell’iquietudine” di Fernando Pessoa. via INQUIETUDINE SECONDO PESSOA — ARTICOLO 21 condo

Citazione | Pubblicato il di | Lascia un commento