Musica per l’anima

si ringrazia Lyfestyle Yoga Padova
per la bella playlist proposta qui sotto.

Pubblicato in il mondo invisibile | 4 commenti

Weather Report

La catastrofe, nel manifestarsi nei rapporti di potere e di dominio, non solo è già avvenuta ma continua ad accadere, incessantemente e a ritmo costante.
L’intervallo di tempo tra un episodio di violenza e l’altro esiste solo in virtù di una funzione riflessiva, laddove ancora possibile, sulla assurdità e l’impossibilità di compiere qualsiasi atto umano in risposta.
I rapporti di potere non sono “relativi” ma unilaterali e impermeabili a qualsiasi manipolazione.
Sulla pelle dei più deboli, degli esclusi, leggiamo i segni di tale antica e morbosa danza tra oppressi ed oppressori. Di tutto, la burocrazia ne conserva le tracce: in edifici, protocolli, marche da bollo.
Di tutto questo la comunicazione ha da dare conto.
Pubblicato in economia della condivisione | 2 commenti

il delitto è diventato una merce e “la giustizia” segue

il delitto è diventato una merce e “la giustizia” segue

Pubblicato in polis | Lascia un commento

bisognerebbe leggere i libri che ci fanno male

Nosce Sauton

1-foreward-citizen-2013

“Ma è bene se la coscienza riceve larghe ferite perché in tal modo diventa più sensibile a ogni morso.
Bisognerebbe leggere, credo, soltanto i libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo? Affinché ci renda felici, come scrivi tu? Dio mio, felici saremmo anche se non avessimo libri, e i libri che ci rendono felici potremmo eventualmente scriverli noi. Ma noi abbiamo bisogno dei libri che abbiano su di noi l’effetto di una disgrazia che ci fa molto male, come la morte di qualcuno cui volevamo bene più che a noi stessi, come se venissimo cacciati nei boschi, lontano da tutti, come un suicidio, un libro deve essere l’ascia che rompe il mare ghiacciato dentro di noi. Questo credo.”

Franz Kafka, “Lettera a Oskar Pollak”.

View original post

Pubblicato in economia della condivisione, laboratorio di scrittura | Lascia un commento

Nassim Taleb – L’intolleranza vince sempre: il dispotismo della minoranza

Nassim Taleb – L’intolleranza vince sempre: il dispotismo della minoranza

Pubblicato in polis | Lascia un commento

La poesia oggi…secondo me (Terza puntata)

La poesia oggi…secondo me (Terza puntata)

Pubblicato in laboratorio di poesia | Lascia un commento

Bye Bye Lisbon (Day 5)

Barbara Picci

Brabs

18 agosto 2017 – Bye Bye Lisbon

La gioia del viaggio, quella sensazione di libertà e apertura verso il mondo, non si spegne mai. Fa solo da anticamera, parafrasando José Saramago, al prossimo viaggio. Sia esso fisico o no.
Brabs

View original post

Pubblicato in economia della condivisione, polis | Lascia un commento

[frames] ANOMALISA di Charlie Kaufman – l’espulsione dell’altro

l’espulsione dell’altro
ANOMALISA di Charlie Kaufman

Pubblicato in antropologia, video | Lascia un commento

Binge watching


Binge watching

Pubblicato in antropologia | Lascia un commento