Teoria e pratica della comunicazione digitale

Cercherò di definire con me stesso questa idea mentre scrivo di fronte a una continua ripetizione di sé stessi o di un ritorno al ricordo o a sensazioni passate che comunque nessuno ci può togliere si può fare anche qualcosa di diverso anche tenendo conto di tutto questo esibizionismo ea cui anche io partecipo dunque cosa ci può essere di possibile qualcosa che sia semplice ma più profondo qualcosa che sia più avvicinabile per sé e per gli altri mi si sta precisando una immagine quatto elementi per una nuova idea di comunicazione digitale
1) titolo del post
2) parte video
3) la voce
la voce è la voce ed è immediatamente presenza umana vicina senza alcuna mediazione senza avere bisogno associarla ad un nome senza sapere chi cosa come
4) un testo che viene letto oppure parole improvvisate al momento oppure i rumori di fondo in presa diretta

l’idea è la presenza comunicativa senza mediazione
l’idea è quella di togliere tutto
in modo che i quattro elementi siano “senza riferimento”
e possano combinarsi e ricombinarsi
per cui la voce non ha un nome
ma se proprio uno ci tiene può dire: “ciao sono Giovanni, Mario, Ada…”
ma parola d’ordine è togliere tutte le mediazioni

5) : il titolo ha le caratteristica di essere spiazzante
6) : la parte video va girata con il telefonino se uno ce lo ha chi vuole farà video con la macchina fotografica
7) cosa girare con il telefonino?  Una ripresa continua di quello che si vuole della durata della parte audio comunque minore di 15 minuti per in noto limite Youtube
8) di cosa?  Si piazza il telefonino da qualche parte che ci ispira e start
secondo il proprio sentire creativo
9)  si può anche registrare dal voce dal telefonino
perché non fare audio e video assieme è più pratico si può improvvisare creativamente

10) cosa si dice cosa si legge?
subito diretti al testo senza fronzoli introduttivi questo dà più forza al contenuto

11) la condivisione con chi si vuole usando Wetransfer  comodissima utility gratuita
Poi alla fine la cosa si mette prima in Youtube
da Youtube la cosa è libera e a chi interessa se la può importare

12) fare molta attenzione alle musichette niente musichette Youtube
Individua subito i copyright e blocca i video che vengono caricati
per cui solo rumori di fondo e/o voce umana

13 la video ripresa deve essere assolutamente proprietaria per lo stesso motivo
questa è la mia idea è il mio contributo ed è quello che ho intenzione di seguire per me mentre naturalmente faccio anche le altre cose mentre anche tu fai le altre tue cose naturalmente visto che tutto questo punta alla condivisione è mio personale interesse a ricevere segnalazione di canali espressivo creativi di altri

lasciare un commento nel blog in modo da rendere visibili reciproche le mail
per contati e per le eventuali spedizioni di materiali già completi usare Wetransfer.com
comodissima utility gratuita con uso online

le condivisioni verranno postate in questo blog nella categoria :

nous-sommes-tous-des-invites

ed in subordine nel blog collegato che attualmente si chiama : “Life Park”

blog foto video dedicato: Mac – Aleatory moments of comunication

L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat (in francese: L’Arrivée d’un train en gare de La Ciotat o L’Arrivée d’un train à La Ciotat) è uno dei più famosi cortometraggi dei fratelli Auguste e Louis Lumière.

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...