Anna Achmatova — Arcipelago Samizdat

Quando nell’angoscia del suicidio Il popolo aspettava gli ospiti tedeschi E lo spirito austero di Bisanzio S’involava dalla Chiesa russa, Una voce mi chiamava confortevole, Dicendo: “ Vieni qui, lascia Il tuo paese peccaminoso e sordo, Lascia la Russia per sempre. Laverò le tue mani del sangue, Trarrò dal tuo cuore la nera vergogna, Con […]

via ANNA ACHMATOVA — ARCIPELAGO SAMIZDAT

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...