Lucetta Frisa, Cronache di estinzioni

perìgeion

di Piera Mattei

Comincerò con l’esprimere un giudizio rotondo: Cronache di estinzioni è la raccolta poetica di Lucetta Frisa che più ho amato.

Conosco la poesia di Lucetta da decenni e da decenni conosco la sua persona, godo del privilegio della sua amicizia, e mi azzardo quindi a dire che questo libro mi sembra quello che meglio esprima la forza del carattere della sua autrice. Perché di questo stiamo parlando di una “ricerca poetica… autorevolmente intrepida e impaccabile” come scrive Elio Grasso concludendo la sua dedicata Introduzione.

Questo significa che, dopo cinquanta anni di scrittura, l’ispirazione di Lucetta non sembra accusare stanchezza anzi si mostra in continua evoluzione e si è condensata in qualcosa di nuovo. Con questo non si intende dire che qui la poesia ha conquistato una voce più “bella”. Sto solo parlando di una voce che raggiunge me con maggiore forza.

E, a proposito di quella

View original post 1.899 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...