Sospensione dell’alba

marcellocomitini

Edwars Hopper, Morning in a city

Le finestre dei palazzi all’alba
hanno i colori colmi
d’assenza delle stelle.
Le città non hanno passi
che le calpestano il volto
né voci
che gonfiano le sue vene
non mani
che le imbrattano gli occhi
né ferri
che le trapassano le viscere.
Nelle sue tane di acque e di pietre
dormono cuccioli innamorati
nella sospensione casta dell’alba
e lupi solitari smarriti
nel sonno grigio e muto.
Il vento dei cunicoli
carezza corpi avvinghiati
al calore d’altri corpi
mani che carezzano altre mani
lingue
che s’insinuano tra le labbra
e sui ventri
scorrono le acque dell’amore.
Le rauche felicità delle gole
attutiscono
il clamore del disumano
che assorda
quando sorge il sole.

View original post

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sospensione dell’alba

  1. marcello comitini ha detto:

    Grazie infinite, Marino 🙏🧡🧡

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...