La Cricca dei Bianchi

Pulgarías

metropolis

Andreas Malm e Alf Hornborg

Geologia del genere umano? Critica della teoria antropocenica.

Da quando il premio nobel del 2002 Paul Crutzen propose il termine “antropocene” per indicare una nuova era geologica nel suo breve saggio The geology of mankind, pubblicato su Nature nel 2002, il concetto è diventato ubiquo. La teoria antropocenica rappresenta la convergenza tra le scienze naturali del sistema terra e le scienze sociali post-cartesiane(1) rappresentate, tra gli altri, da Bruno Latour. Entrambi i campi di studio suggeriscono che la distinzione illuminista tra natura e società è obsoleta. Ora che l’umanità viene riconosciuta come forza geologica, spiegano, dobbiamo riconcettualizzare non solo le relazioni tra le scienze naturali e quelle sociali ma anche la storia, la modernità e l’idea stessa di umano.(2) Certo, è innegabile il crescente sconfinamento della società umana nell’a natura, come dimostrano non solo i cambiamenti climatici ma anche altre trasformazioni antropogeniche dell’ecosistema.

View original post 4.085 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...