Marcel Schwob, Narciso — radiospazioteatro

Devo confessare che da giovane ero preda di passioni violente, di una intensità a volte riprovevole, ma che fortunatamente sparivano con la stessa velocità con cui mi assalivano. Avevo molto letto Apuleio, Petronio, Catullo, Longo e Anacreonte; tutte le donne mi sembravano fiori meravigliosi e credevo di essere la loro farfalla. Nonostante fossi un po’ […]

Marcel Schwob, Narciso —
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...