Letture/lecturas – MARIO LUZI – RUGHE

Letture/Lecturas

Mi è venuto in mente, ascoltando questi versi ricchi di musicalità e di pensieri segreti, il commento di un tale che, avendo acquistato sul web il volume Poesie ultime e ritrovate, si lamentava di un poeta che “scrive parole prive di senso”. E tale può apparire a chi non conosce la poetica di questo Grande Poeta, se pone attenzione alle parole di questa poesia, in particolare a queste : “denti neghittosi/e morbidi”. Ma se conoscesse il cammino poetico (spesso doloroso e travagliato) che Luzi ha percorso durante la sua vita, capirebbe il vero senso di questa espressione. Non sono i denti fisici, che scopriamo ridendo, ma quelli dell’ “anima assente” alla coscienza e dunque neghittosa e morbida, che tollera i limiti umani dai “sospiri ciechi”, dai volti indifferenti, dalle “labbra lente” che “macerano antichi veleni”. In questa atmosfera di indifferenza, che la poesia crea magistralmente, l’universo appare privo di ogni…

View original post 258 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di poesia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Letture/lecturas – MARIO LUZI – RUGHE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...