La mirabolanza di M. / “Le avventure del Barone di Munchhausen” – Burger, Raspe, Immermann

Il Prisma di Newton

Un romanzo a sei mani

Fusione e stratificazione di sedimenti orali e relative trasmigrazioni nel campo dello scritto, il grande classico dell’umorismo settecentesco tedesco non sarebbe potuto esistere senza lo sforzo di quell’eclettico intellettuale illuminista che fu Rudolph Erich Raspe, il sistematore del primo nucleo delle colossali fanfaronate del Barone Hieronymus Karl Friedrich Münchhausen dei Rinteln, alfiere dei cavalleggeri nella guerra russo-turca del 1740-1 e vulcanico intrattenitore di un uditorio che ben poco sottilizzava su un dettaglio quale la rigida ripartizione tra realtà e fantasia. Raspe nasceva nel 1736 ad Hannover e vantava i migliori studi all’epoca per un giovane brillante e talentuoso, ovvero quelli condotti all’ Università di Gottinga. Si interessò di naturalismo, geologia, matematica, biblistica, numismatica, filosofia (era curatore delle opere postume di Leibniz) forte di un pedigree da vero e proprio enciclopedista di razza. E dovette anche eccellere in più di una delle succitate materie se un…

View original post 788 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...