La linea e il punto: l’inizio di un nuovo linguaggio

Clio

Paul_Klee_1911.jpg Paul Klee

La Storia dell’Arte ha avuto due grandi teorici. Il più famoso -e classico- Leonardo Da Vinci e il meno noto -e contemporaneo- Paul Klee. La differenza tra i due potrebbe essere dettata solo dalla lingua e dai paesi di origine; al momento che siamo di fronte a due dei più grandi teorici della Storia dell’Arte che hanno cambiato e arricchito il linguaggio artistico.

Del nostro connazionale Leonardo, in questo contributo, è sufficiente citare il suo “Trattato sulla Pittura” un trattato realizzato da tutti gli appunti più importanti del genio toscano riguardo gli aspetti teorici e pratici di quest’Arte. Il libro è stato “assemblato” attorno al 1540. Nel 1920 Paul Klee con il suo “La confessione creatrice” dona un contributo alla Pittura contemporanea non inferiore a quello del suo predecessore:

L’Arte non deve riprodurre il visibile ma deve rendere visibile

Con queste poche e semplici parole si risolve l’enigma…

View original post 414 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...