La riscoperta di un amico fucilato durante la Grande Guerra

Giacomo Verri Libri

l'amico fucilato villa verri blog

L’amico fucilatoe altri episodi della Grande Guerra (cura e traduzione di Francesco Durante, Neri Pozza, pp. 125, € 12,50) è un libretto di piccolo formato che contiene quattro racconti scritti da Silvio Villa immediatamente dopo il termine del conflitto mondiale e pubblicati per la prima volta tra il 1919 e il 1922. Ma chi era costui? Non uno scrittore professionista né un tale che lo diventerà in futuro (di lui si rintracciano solo tre pubblicazioni tra il 1919 e il 1927), ma neppure un quasi anonimo testimone di qualche evento della Grande Guerra che volle consegnare alla carta l’urgenza di un racconto per consentire alla coscienza di mettere ordine al tumulto dei ricordi o per trovare nella scrittura un antidoto all’irrequietezza dello spirito.

No, Silvio Villa fu qualcosa d’altro. Innanzitutto scrisse in lingua inglese, probabilmente seduto – possiamo immaginarcelo – nel lussuoso studio di una qualche sua proprietà, attorniato…

View original post 1.952 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...