Dalla fabbrica al lager

Colpo di Scena

E’ incredibile quanto dimentichi in fretta la gente. Parliamo del nostro passato, delle battaglie che ci hanno permesso di ottenere libertà, diritti, democrazia. Ecco perché raccontare certe storie, soprattutto oggi, non solo aiuta, ma è necessario per contrastare questa nuova ondata di fascismo che stiamo vivendo e per ricordare a noi stessi che ogni conquista non è per sempre.

Oggi è il 27 gennaio, giorno della memoria, in cui si commemorano le vittime dell’Olocausto e Milano ha scelto di ricordarle con lo spettacolo teatrale Matilde e il tram di San Vittore, scritto da Renato Sarti partendo dal libro Dalla fabbrica ai lager di Giuseppe Valota (fino a domani presso il Piccolo Teatro Studio Melato, una produzione Teatro della Cooperativa con il sostegno di Aned). E’ una storia di “non eroi”, una storia di migliaia di uomini e donne che si opposero al fascismo e al nazismo pagando un caro…

View original post 863 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...