Massimo Carlotto | Cristiani di Allah

Il giro del mondo attraverso i libri

Partimmo immediatamente. La marina era ricoperta di cadaveri, carogne di animali e legni fracassati. Contammo sedici grandi galere da guerra e trovammo tracce del naufragio della grande bastarda dei cavalieri di Malta.
Tornammo ad Algeri la notte del 26 ottobre. La città era in festa anche sotto la tempesta che non accennava a diminuire. Hassan Agha alla fine del mio rapporto mi informò che l’armata di Carlo V aveva iniziato a ritirarsi (…) [Cristiani di Allah, Massimo Carlotto]

C’è stata un’epoca in cui il Mar Mediterraneo era l’ideale cornice per gli epici scontri religiosi. Nell’ottobre del 1541 l’armata di Carlo V, che rappresenta la Cristianità e i suoi valori, fa rotta verso Algeri, in quegli anni pascianato turco.

Nella bianca Algeri, i corsari  di Hassan Agha e gli emissari del Sultano di Costantinopoli si affrontano in una battaglia senza esclusione di colpi; se inizialmente appare in vantaggio l’armata di…

View original post 734 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di scrittura, notes. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...