#5libri rivoluzionari e qualcosa in più…

PARLA DELLA RUSSIA

repin_battellieri_del_volga Il’ja Efimovič Repin (1844 – 1930) I battellieri del Volga (o Trasportatori di chiatta sul Volga), 1870–73 (Museo russo, San Pietroburgo)

Eh no, qui in Russia il 2017 non può passare inosservato. E invece di aspettare ottobre, partiamo a marzo (febbraio del calendario giuliano) quando Pietrogrado ha preso fuoco.

Siamo un po’ nostalgici, forse, ma di certo non inconsapevoli. Della rivoluzione ci affascina l’aspetto artistico e sociale, che a dispetto di quello politico, ha conservato tutta la sua magia. In effetti, se al 1917 si è arrivati, è stato anche grazie ad un movimento culturale vastissimo che ha interessato l’intellighenzia russa dalla seconda metà del XIX sec. fino al 1917. Non a caso, quando parliamo dell’èlite intellettuale utilizziamo un termine adottato dai russi qualche tempo prima.

Il ruolo giocato da intellettuali, scrittori, musicisti, pittori e artisti è stato fondamentale sotto un doppio profilo. Da un lato ha contribuito nel corso di decenni…

View original post 1.401 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Una risposta a #5libri rivoluzionari e qualcosa in più…

  1. Tatiana Larina ha detto:

    Un post scritto a due mani, molto impegantivo. Grazie per la condivisione!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...