Quando venni censurato

Non sono ipocondriaco

L’amica Elena, con un post in cui racconta un caso in cui lei venne “censurata”, mi ha fatto venire in mente un caso in cui fui io a subire una censura.

L’episodio accadde verso la metà degli anni ’90.

I “papiri di laurea” sono una tradizione tipica dell’Università di Padova.
In un enorme foglio, vengono rappresentati e messi in rima i principali avvenimenti riguardanti il neo-laureato, con una attenzione molto particolare a tutto ciò che solitamente sarebbe ben poco “raccontabile”. La fanno da padrone le scene osé e tutte le balordaggini compiute dal neo-laureato durante la sua vita. Il mio “papiro”, per esempio, era assolutamente VM 18 anni.

Per l’amico Giovanni, che si laureava in Economia e Commercio, ci riunimmo in una decina per 3 sere consecutive, ed ognuno di noi offriva ricordi ed aneddoti che avrebbero trovato adeguato disegno, o messa in prosa, sul suo papiro.
Io contribuii con un racconto…

View original post 201 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...