Nelle stanze

marcellocomitini

Rebecca-Litchfield 01 Foto di Rebecca Litchfield

Si fonde quietamente il canto all’armonia
di vetri illuminati nel tramonto.
Alle finestre trafitti dalla luce
si disciolgono in lacrime i colori.

Nella casa deserta ancora suona
la voce della tua memoria,
a ogni varco mi attende
da una stanza all’altra sparsa,
pallida luna che riecheggia il nome.

Ora nel buio lentamente incalza
con le deboli note del lamento
poi s’innalza acuta si assottiglia e roca
svanisce come rantolo d’amore.
Nelle stanze ti cerco più col cuore
che con gli occhi ciechi di malinconia.

da “Formule dell’anima”, Edizioni Caffè Tergeste, 2011

View original post

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nelle stanze

  1. marcello comitini ha detto:

    Grazie infinite, Marino 💙

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...