La ballata del Pinelli — prima dei tasti sul cuore

Quella sera a Milano era caldo ma che caldo, che caldo faceva. «Brigadiere, apra un po’ la finestra» ad un tratto Pinelli cascò. «Signor questore, io gliel’ho già detto, lo ripeto che sono innocente: anarchia non vuol dire bombe, ma giustizia, amor, libertà». «Poche storie, confessa Pinelli, il tuo amico Valpreda ha parlato: è […]

via La ballata del Pinelli — prima dei tasti sul cuore

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...