Vieni al parco sepolto nel letargo. S. George.

Ontologia,Psicoanalisi,Logica.

Vieni al parco sepolto nel letargo

E vedi: il riso di lontane spiagge,

L’azzurro delle pure nubi irraggia

Repente i laghi e ogni striato varco.

La cogli il greve giallo, qui ti dona

Betulla e bosso un grigio: il vento è mite:

Le rose tarde ancora un po’ fiorite

Scegli e baciale e curvane corona.

E gli ultimi degli asteri ricorda:

La porpora sui tralci dell’agresto

E della verde vita ogni altro resto

Lieve nel volto dell’autunno accorda.

Stefan George. Colonia 1933. La traduzione è mia.

View original post

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...