Il paradosso della compassione

AndreaTaglio

LA LUNGA PREMESSA

La nostra è una società evoluta e complessa come nessun’altra nella storia umana.

Nemmeno i Romani avevano facebook, i mercanti Persiani non potevano affidarsi ad amazon, e i Cinesi non si informavano su twitter.

Siamo sommersi da informazioni, e siamo evoluti da millenni di errori e tentativi stratificati.

Il cristianesimo (e tutte le altre religioni, in misura diversa) ci hanno insegnato la compassione come via per la realizzazione umana.

Se non comprendiamo i nostri simili veramente ci perdiamo tutte le sfaccettature della vita che non ci appartengono: è il senso dell’empatia.
Non possiamo imparare, se non sappiamo immaginare cosa hanno pensato i saggi prima di noi, non possiamo crescere, se non immaginiamo il dolore e la gioia degli altri esseri umani.
Dolori e gioie che mai vivremo nelle nostre grigie vite.

Eppure c’è una parte della società che non può permettersi questi sentimenti: i generali, che per…

View original post 468 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...