oracoli — versi del retrobottega

All’oracolo hanno cucito le labbra della sentenza con i nastri sfilati dagli allori delle ricorrenze, siamo figli di padri ignoti e lune mai sconsacrate in bilico sul bordo piatto di questa terra inquieta, scrutiamo fondi ritostati di caffè nero coloniale per un appiglio perturbato ai muri chiusi alla vergogna. ©️Cipriano Gentilino Valderice, 22.07.2019

via oracoli — versi del retrobottega

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Una risposta a oracoli — versi del retrobottega

  1. Cipriano Gentilino ha detto:

    Ti ringrazio ! Buona serata

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...