se trascuriamo la psicologia, tutta la nostra «vita interiore» prende l’andamento di una meteorologia affettiva, le cui perturbazioni non implicano alcun significato

Nosce Sauton

“Il «senso psicologico», la nostra più grande acquisizione, rivincita della nostra mancanza di ingenuità, freschezza, speranza e stupidità – ci ha trasformati in spettatori di noi stessi.

La nostra più grande acquisizione? Senz’altro, essendo scontata la nostra incapacità metafisica, ed è anche il solo genere di profondità di cui siamo capaci. Ma se trascuriamo la psicologia, tutta la nostra «vita interiore» prende l’andamento di una meteorologia affettiva, le cui perturbazioni non implicano alcun significato. Perché interessarsi alle macchinazioni degli spettri, agli stadi dell’apparenza? […]

La condizione di creatura non soddisfa nessuno. Ce lo insegnano sia Proust sia Meister Eckhart; con il primo accediamo al godimento del vuoto attraverso il tempo, con il secondo attraverso l’eternità.

Vuoto psicologico; vuoto metafisico. L’uno coronamento dell’introspezione; l’altro della meditazione. L’«io» costituisce il privilegio solo di coloro che non vanno fino in fondo a se stessi.”

Emil Cioran, “La tentazione di esistere”.

immagine: “Meteorology Painting” di Michelle Silverman.

View original post

Annunci

Informazioni su glencoe

male 66 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...