chi si mette in mezzo al “partito degli affari” deve essere eliminato

a proposito di una acuta analisi politica

in questo paese che è sempre stato un paese grande come un paese in compagnia di miriadi di altri paesi micro comunità sempre in guerra una con l’altra è bello e rassicurante ricordare il passato e vederlo continuamente rigenerato nel presente altro che memoria storica altro che memoria a breve o volatile non c’è nessun posto per niente di quello accaduto ieri e poi è cosi bella la continua ripetizione il buono contro il cattivo il ricco ed il povero il dio e il diavolo il paradiso e l’inferno tutto è cosi rassicurante che non cambia mai niente non cambia mai niente se non il fatto che questo paese grande continua la sua corsa verso il precipizio ma in fondo in fondo c’è un desiderio di cupo dissolvi qualcuno spera che arrivi un meteorite grande e faccia esplodere il tutto prima durante o appena dopo che come si narra il ricco finalmente sia libero dal povero e finalmente le due giustizie quella del ricco e quella degli altri siano ufficialmente riconosciute e che nessuno al di là della cerimonia breve o la ricorrenza da nessuno partecipata si pensi qualcosa quando il partito degli affari si fa gli affari propri in fondo che tutti si facciano i cazzi propri e che nessuno rompa i coglioni se no sa già come va a finire

Questa voce è stata pubblicata in antropologia, azione scenica, polis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...