Riflessioni sul calcio

I Miserabili di Jean Valjean

Riflessioni sul calcio

Di solito alle feste ci si annoia terribilmente. Matrimoni, comunioni, compleanni e simili sono banchi di prova difficili da superare. Donne e bambini, per motivi diversi, si divertono, ma gli uomini decisamente no. Poi all’improvviso un cinquantenne meno ipocrita di altri lancia il segnale, l’eribanno, il grido di battaglia, l’urlo di liberazione: calcio! Si crea immediatamente un consiglio di guerra, uno stato maggiore, un comitato di liberazione. Gli uomini, fino a quel momento spenti e amorfi, vittime delle chiacchere sulla moda o sulla scuola dei figli, riprendono coraggio, si animano e mossi dal wille atavico e guerriero impugnano le armi e, finalmente, vanno all’assalto in un’ orgia di citazioni calcistiche su Genoa e Sampdoria, Inter e Milan, il grande Torino. Alcuni bardi recitano a memoria formazioni di squadre perdute ormai nella notte dei tempi. Un’aura religiosa circonda i nuovi guerrieri-sacerdoti e nessun bambino rompiscatole ha il diritto…

View original post 1.418 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 66 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...