NON LASCIARMI e HOTEL SILENCE

Gruppo di lettura

Per due incontri consecutivi abbiamo parlato della morte, la morte temuta e rispetto alla quale non si è mai pronti narrata dal Premio Nobel Ishiguro in quella straordinaria metafora che è Non lasciarmi (Einaudi, 2007) e la morte  desiderata, voluta e programmata da Jonas, protagonista di Hotel Silence (Einaudi, 2018), dell’ islandese Auður Ava Ólafsdóttir, autrice, tra gli altri, del più noto Rosa Candida.

Ambientato ad Hailsham, nella campagna inglese, Never let me go (questo è il titolo originale tratto dall’omonimo brano di Judy Bridgewater) racconta la storia di un gruppo di ragazzi cresciuti in un collegio ed educati  attraverso l’arte e la letteratura, quali alimenti essenziali per nutrirne la creatività.  Vivono isolati dal mondo esterno, nessuno sa della loro esistenza, nessuno parla con loro e soprattutto non hanno genitori poiché sono nati dalla clonazione di altri esseri umani, chiamati possibili, che gli abitanti di Hailsham non hanno mai incontrato…

View original post 1.113 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 66 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...