Cristina Gallego, Ciro Guerra: Oro Verde

Zonadidisagio

oroverde.png

L’Oro verde del titolo del film di Cristina Gallego e Ciro Guerra è la marijuana, in questo caso occasione di ricchezza per la famiglia di etnia Wayuu al centro della trama che, quasi per caso, avvia un fiorente commercio con l’America aprendo le porte al moderno narcotraffico. Il titolo italiano, rispetto al più evocativo e metaforico Pajaros de verano, aggiunge un sottotitolo C’era una volta in Colombia che allude a certa tradizione gangsteristica. In effetti è uno dei motivi di originalità del lavoro di Gallego e Guerra (che girano su sceneggiatura di Maria Camila Arias e Jacques Toulemonde) quello di innestare lo schema del gangster movie (ascesa e caduta) su un impianto documentaristico di grande suggestione (ampie parti di dialogo sono nella lingua autoctona dei Wayuu), aprendosi a un altro sottogenere, quello della decadenza di una famiglia. È un po’ come se L’orgoglio degli Amberson incontrasse Scarface.

View original post 359 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 66 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...