Yewande Omotoso, La signora della porta accanto. Nemiche per una vita

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Marion si alzò una mattina e si ritrovò davanti una donna nera, con i capelli grigi tagliati corti, un seno quasi inesistente e un girovita sottilissimo, che dirigeva un’orchestra di traslocatori con elaborati gesti delle mani. (..) Era un insulto, all’improvviso una donna nera si insediava nella casa che per decenni Marion aveva sognato di possedere; una casa che era sua di diritto e che altri continuavano a portarle via.

La signora della porta accanto, di Yewande Omotoso, 66th and 2nd editore 2018, traduzione di Natalia Stabilini, pagg 249

Il romanzo di cui vi parlo oggi è stato segnalato da Piero Dorfles nella trasmissione Per un pugno di libri. Mi aveva incuriosito e così ho cercato in rete alcune informazioni. Non ho letto altre recensioni – non lo faccio prima di leggere un libro, semmai dopo, per capire se ha suscitato le stesse impressioni che ha lasciato in…

View original post 917 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di scrittura, notes. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...