I morti si raccontano: George Gray nell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

La sottile linea d'ombra

Non so per voi, ma per me i libri e la musica hanno delle stagioni, un po’ come i vestiti. L’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters è un po’ come un paio di pantaloni neri: non me li metterei mai d’estate, ma d’inverno li ho sempre addosso!

Proprio per questo in questi giorni freddini di gennaio mi è venuta voglia di rileggere e di condividere con voi una poesia che è triste, ma molto bella: contiene un invito a riscuotersi e ad agire, invece che guardare la vita passare restando immobili 🌿⭐️

Edgar Lee Masters – George Gray

Molte volte ho studiato
la lapide che mi hanno scolpito:
una barca con vele ammainate, in un porto.
In realtà non è questa la mia destinazione
ma la mia vita.
Perché l’amore mi si offrì e io mi ritrassi dal suo inganno;
il dolore bussò alla mia porta, e…

View original post 254 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...