Perché “Campo di grano con volo di corvi” di Van Gogh riesce ad emozionare tutti?

La sottile linea d'ombra

Su una cosa non ci sono dubbi: se dovessimo stilare una classifica dei quadri che ci coinvolgono di più a livello emotivo, credo proprio che quest’opera sarebbe tra le prime per la maggior parte di noi.

Sicuramente, la sua storia da sola è sufficiente a rendere unica questa tela: pare proprio che sia l’ultima dipinta da Van Gogh prima di tornare in quello stesso campo e suicidarsi con un colpo di pistola. Eppure sono convinta che non basti questo aneddoto a darle l’immenso valore che possiede, anzi,  non c’è bisogno di conoscerlo per rimanere affascinati e stregati  dalle emozioni che sprigiona.

E quindi ecco che cercherò di elencare quelle che per me sono le ragioni che rendono così speciale questo capolavoro.

Il colore e le pennellate

Nel momento in cui si osserva Campo di grano con volo di corvi, la prima cosa che colpisce è sicuramente la brillantezza dei…

View original post 410 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...