La terra della grande promessa (confina con il campo di concentramento) Ziemia obiecana di Andrzej Wajda (1974) CC ita


1880, a Lodz, la Manchester dell’Europa orientale, all’inizio della rivoluzione industriale mentre la Polonia non esiste né come nazione né come stato. Tre amici il polacco Borowiecki (D. Olbrychski), figlio di nobili proprietari terrieri, il tedesco Baum (A. Seweryn), l’ebreo Welt (W. Pszoniak) vogliono aprire una fabbrica tessile e, abbandonando scrupoli e pregiudizi, gettarsi nella mischia della corsa al denaro e al potere. Da un romanzo (1899) di Wladislaw Reymont A. Wajda trae un dramma storico di ribollente vitalità e di disordinati fermenti, raccontato con slancio partecipe, distanza critica, lucida attenzione, personaggi scolpiti con potenza balzachiana.
Questa voce è stata pubblicata in video e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...