Il Fregio della vita: cosa esprime la raccolta delle più belle opere di Edvard Munch?

La sottile linea d'ombra

In certi casi, essere artisti significa anche pensare a chi osserverà le nostre opere, ad un ordine o a un progetto complessivo che trasmetta al meglio e senza sbavature il messaggio che abbiamo in mente.

Ecco, questo è esattamente il caso di Edvard Munch, un artista che (come ormai saprete) amo molto e che ha saputo immortalare le sue emozioni su tela in una maniera davvero unica. Tutti lo conoscono per l’Urlo, ma agli appassionati sicuramente verranno in mente molte altre sue opere: alcuni paesaggi nordici e numerose rappresentazioni di persone, ritratti in cui a contare sono le sensazioni vissute e trasmesse.

Ciò che forse è meno noto è il fatto che molte delle opere di questa seconda categoria hanno un filo rosso che le collega, dal momento che sono state raccolte dallo stesso Munch e pensate per essere viste tutte insieme, raggruppate in quello che lui stesso…

View original post 268 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...