passate oltre e perdonate la nostra felicità…

Nosce Sauton

L'homme blessé

Ipolit, malato terminale:

“Ultima spiegazione: non muoio affatto perché non sono in grado di sopportare queste tre settimane, no, la forza l’avrei, e se solo lo volessi, sarei anche consolato a sufficienza dalla consapevolezza di aver subito un’offesa; ma non sono un poeta francese e non accetto simili consolazioni.

Infine sono anche tentato: la natura ha così ridotto le mie possibilità di agire con le sue tre settimane di condanna che, probabilmente, il suicidio è l’unica azione che io possa incominciare e terminare con la sola forza della mia volontà.
Perché dovrei rinunciare alla mia ultima possibilità di agire?
A volte la protesta non è cosa da poco…

A che mi serve la vostra natura, il vostro parco di Pavlovsk, le vostre albe, i vostri tramonti, il vostro cielo azzurro, i vostri visi soddisfatti, quando tutto questo banchetto senza fine è incominciato con l’escludere solo me?

View original post 151 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 66 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di scrittura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...