Il ritratto di Adele Bloch-Bauer I: storia di un capolavoro di Klimt

La sottile linea d'ombra

Ci sono quadri destinati a segnare un’epoca e a racchiudere lo spirito di un movimento artistico.Ecco, credo proprio che questo sia il caso del Ritratto di Adele Bloch-Bauer I, capolavoro indiscusso di Gustav Klimt.

Sicuramente è, insieme al famosissimo Bacio, una delle opere più note di questo artista e le ragioni credo siano principalmente tre:

  • La persona ritratta e quello che simboleggia nella Vienna del primo Novecento;
  • La tecnica utilizzata da Gustav Klimt;
  • La storia di questo quadro che lo ha condotto lontano, dalle mani nei nazisti fino agli Stati Uniti d’America.

Vorreste approfondirle e scoprire qualcosa di nuovo? Spero di sì, e quindi vi propongo di entrare nel vivo del post di oggi.

Gustav Klimt, Il ritratto di Adele Bloch-Bauer I, 1907

Gustav Klimt_Ritratto di Adele Bloch-Bauer I_1907 Gustav Klimt, Ritratto di Adele Bloch-Bauer I, 1907

Chi era Adele Bloch-Bauer?


Adele Bloch-Bauer (1881-1925) incarna perfettamente l’ideale femminile della Vienna fin du siècle…

View original post 769 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...