Luciana Frezza – interno poesia

Quanto fa male amore tardiva carezza sulla nuca infestata di pidocchi neri. Marito non capito vendicativo senza farmi capire inevitabile divergenza io l’incrociato sorriso volevo – ricordo due dita un giorno sulla gota per caso sotto l’arco del salotto quasi una cresima tu partecipazione al tuo lavoro io che non ne davo troppa neanche al…

via Luciana Frezza — Interno Poesia

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...