Memorie di Adriano, Marguerite Youcenar

Ilmondodelleparole

Del mondo romano non posso aver vissuto niente. Non posso dire di ricordarlo, o di averlo mai avuto chiaro nella mia mente. Troppo lontano, troppo diverso, troppo alle origini di ciò che siamo diventati. L’ho studiato, al liceo. E a leggere questo romanzo ho ritrovato tutto, tutto quello che pensavo di aver perduto, nell’oblio della dimenticanza, perché in fondo si dice che la maggior parte delle lezioni non restano mai. Adriano, imperatore romano, successore di Traiano, scelto per adozione. La scrittrice si inserisce alla perfezione nella sua mente, dirige i pensieri artificiosi e le riflessioni, come un regista di un film, ne compone la personalità, gli amori, le passioni, perfino il suo modo di giudicare sé stesso. E’ un diario che Adriano dedica a Marco Aurelio, sul finir della sua vita. In esso vi è un’enorme porzione di vita, apparentemente come proiettata sul muro, intoccabile, incompatibile con le nostre vite…

View original post 1.069 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di scrittura. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Memorie di Adriano, Marguerite Youcenar

  1. uno dei miei romanzi preferiti….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...