I paesaggi di Arnold Böcklin: quando la natura incontra il simbolismo

La sottile linea d'ombra

Esistono artisti capaci di dipingere soggetti che evocano immagini anche del tutto diverse, distanti nel tempo e nello spazio ma, in un certo senso, vicine nella nostra mente. In linea di massima si può dire che questo sia uno dei punti chiave del simbolismo, e che Arnold Böcklin sia un maestro di questo magico stratagemma.

Per fare un esempio, pensiamo al suo capolavoro, l’Isola dei Morti: scommetto tutti lo abbiamo ben impresso nella mente, non è vero? Osservandolo, ci accorgiamo che effettivamente un pezzetto di terra con qualche albero riesce a condurci in un’altra dimensione, onirica e per certi versi inquietante.Sarà la luce un po’ strana, o forse la presenza dei cipressi (cha associamo ai cimiteri) e delle aperture nella roccia, ma è impossibile non percepire l’aleggiare della morte e la ricerca di un’aldilà.

Arnold_Bocklin_isola_morti_terza_versione Arnold Böcklin, L’isola dei morti (terza versione)

Il simbolismo è certamente una corrente…

View original post 492 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...