Shostakovich, la resistenza al potere

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Julian Barnes – in articolo apparso su The Guardian nel 2016 – definiva Šostakovič il suo eroe. Un eroe della resistenza al potere: il braccio pesante del regime stalinista che si è abbattuto su decine di scrittori, intellettuali e musicisti. Artisti che patirono direttamente e indirettamente – attraverso le persecuzioni ad amici, parenti e collaboratori – le oppressioni. Anche Šostakovič ebbe questo destino, anche se non finì davanti ad un plotone d’esecuzione, come toccò a Dostoevskij, con una farsa macabra, sospeso all’ultimo minuto e la pena trasformata in lavori forzati in Siberia.

shostakovichbernstein Shostakovich e Bernstein

Šostakovič subì due denunce durante gli anni dello stalinismo – nel 1936 e poi nel 1948, dopo la morte di Stalin -: furono anni difficili, in cui la sua opera fu censurata e durante i quali il musicista visse nella costante angoscia della deportazione. Stalin lo perseguitò con mezzi subdoli e feroci; e anche quando, alla…

View original post 566 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...