Marina Cvetaeva – interno poesia

Affido questo libro al vento e alle cicogne di passo. Un tempo – gridando il distacco – la voce ho spezzato. Getto questo libro come una bottiglia in mare, nel vortice delle battaglie. Ché viaggi, come un cero votivo, passando di mano in mano. O vento, vento, mia fedele scolta, ai miei cari riporta come…

via Marina Cvetaeva — Interno Poesia

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...