Yourcenar e la vecchiaia

La Yourcenar diceva che, prima d’andarsene, bisogna fare il giro della propria prigione. Se avrai la fortuna di non avere malattie; se i vuoti inevitabili, che ti circonderanno, non saranno un deserto di dolore e di rimpianto; se non hai un carattere che tende a inasprirsi con gli acciacchi; se dimenticherai te stesso, almeno un poco, a beneficio degli altri; se riuscirai ad amare con più tenerezza e meno furia; se scoprirai il tuo dio che, da qualche parte, deve stare; se, come diceva Borges, il tuo sguardo di vecchio sarà vero come il mare e le tue rughe un reticolo di storia che diventa la storia di tutti gli altri vecchi – e non lo sguardo da istrione che si agita su un palcoscenico credendosi Zeus appena sceso dall’Olimpo -, allora sì, sarai un “vecchio” degno di te stesso.

La poesia e lo spirito

0000172127-009
di Augusto Benemeglio

1. Come certe statue

Marguerite Yourcenar da giovane era bellissima, ma poi col trascorrere del tempo – visse abbastanza lungo, 84 anni – divenne come certe statue esposte al vento marino, che hanno il biancore e la porosità di un blocco di sale che si sgretola.

View original post 1.057 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...