Perchè elogiare la follia?

di Anna Capriati

Perché elogiare la follia? L’opera “Elogio della Follia” è stata scritta intorno al 1509, in epoca rinascimentale, da un intellettuale cristiano di stampo umanista Erasmo da Rotterdam, collocato in una fase storica e sociale che salvaguardava la centralità dell’uomo nell’universo e il primato della razionalità scientifica sulla natura.               Il legame follia-natura è inestricabile in Erasmo ed è conforme alla vita e al fine di ogni essere umano che corrisponde al raggiungimento della felicità. Il percorso inverso, secondo l’umanista, è rappresentato dalla vana gloria del singolo, il quale credendosi una diviniartegeniofollia_brauner_bigtà crede illusoriamente di poter oltrepassare i propri limiti naturali.                      Il significato di ‘elogio’, inteso come discorso esortativo, sfugge a qualsiasi definizione e viene ad assumere una caratterizzazione ontologica – data la capacità innata[1] della follia di rallegrare. Gli effetti che questa Follia produce sono piacevoli…

View original post 688 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Questa voce è stata pubblicata in antropologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...