Il mondo dei simboli: la Caravella – seconda parte

Lezioni di Archeosofia

Immagine21Esplorare il mondo. Oggi non so se riusciamo a renderci ben conto di cosa voleva dire “esplorare il mondo” agli inizi del XV secolo. C’erano superstizioni, leggende, pregiudizi. Si credeva fino a poco prima che la terra fosse piatta. Dicevano che sotto l’equatore non c’era possibilità di vita per l’essere umano, quindi spingersi sempre più a sud equivaleva per il volgo ignorante ad andare incontro alla morte. L’oceano visto dalla punta di Cabo S.Vicente è sempre mosso, “increspado” dicono loro. Il vento ha una potenza maestosa.
Gli esploratori si spingevano verso l’ignoto sempre con la costa a vista, era impensabile una navigazione in mare aperto.La Caravella 22
C’è una leggenda portoghese, raccontata nella bellissima opera I LUSIADI di Luis de Camões, che parla di un gigante, ADAMASTOR, che terrorizzava i marinai esploratori. Un mostruoso e cattivo gigante dei mari, creato durante la guerra tra Kronos e Zeus per dare assalto all’Olimpo, che…

View original post 2.328 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in antropologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...