L’Inferno è un labirinto?

NEL LABIRINTO DELLA COMMEDIA

relativity

Che forma ha l’Inferno?
La forma è quella di una voragine. In un bel libro illustrato per ragazzi dedicato alla Commedia ho trovato questo efficace paragone:

Quest’inferno è un grande cono
Dove stanno i peccatori.
 Sofferenze e mai perdono
Hanno in sorte i malfattori.
Una cialda di un gelato:
ecco, immaginate quella.
Io dall’alto sono entrato,
la discesa non fu bella.
Più discendo dentro il cono,
più peggiorano i peccati,
a esser vivo il solo sono
e cammino tra i dannati.
 Indovini, seduttori,
e violenti contro Dio:
qui non se ne viene fuori.
Di peccati, figlio mio,
sono pieni tre gironi,
nove cerchi e dieci bolge.
Su, cerchiamo d’esser buoni,
Dio lo sguardo a noi rivolge.

L’Inferno è un cono di gelato. Non male.
Per me però l’Inferno è un labirinto. Ma non di quei labirinti che sembrano essere senza via di uscita (in inglese si chiamano “maze“), ma…

View original post 931 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in antropologia, laboratorio di scrittura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...