“Veramente pensavo di non tornare mai più.”

Blog di Pina Bertoli

“L’anno della lepre” di  Arto Paasilinna, Iperborea

Una novella divertente ed intelligente.

Questa frase è la risposta di Vatanen alla moglie che, al telefono, gli ordina di tornare subito a casa. Perché, veramente, Vatanen a casa non ci tornerà: in compagnia e grazie alla sua lepre, salvata dopo che il collega l’ha involontariamente investita, troverà il pretesto per dare una svolta alla sua vita.

Se n’è sparito in cerca di una lepre, su quella collina, e non è più tornato. L’ho chiamato più volte, ma non mi ha neppure risposto. Allora l’ho lasciato lì, ma forse in realtà era lui che voleva restarci.

La moglie, i colleghi, cercano di acciuffarlo, di costringerlo a rientrare nella consuetudine di una vita che non gli offre più alcuno stimolo, ma lui, beffandosi di loro, concretizza la desiderata evasione che aspettava solo un pretesto per essere realizzata. E si dà alla fuga, ad…

View original post 538 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione, laboratorio di scrittura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...