Lettori in terra straniera: Lisbona- Parte 1

Translature

Premessa
In passato ho già  fatto una cosa molto simile a questa, ovvero segnare dei punti sulla mappa di una città per fissare quello che voglio ricordare. Credo che questi tipi di articoli siano utili per chi li scrive (ovvero per me), perché evitano che le cose cadano nell’oblio, ma anche per chi li legge (chissà, forse), per trovarci qualche spunto degno di condivisione. Questa volta però il lettore-viaggiatore protagonista di questo piccolo viaggio a Lisbona non si sente completamente uno straniero: la lingua è un ponte per accedere ad un’altra cultura e attraverso questa, pur continuando a vestire gli abiti degli stranieri, si è liberi di muoversi da un confine all’altro; non ci sono regole che vietano di fare ciò e potenzialmente non servono permessi o documenti particolari.
Naturalmente questo articolo non vuole nemmeno tentare di fornire una lista esaustiva di librerie e luoghi da visitare nella capitale del Portogallo; di cose da…

View original post 1.750 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...