Sogni da “donna”, sogni da “uomo”: Di che “genere” sono i nostri sogni? [Esperimento]

Sfumature simmetriche

Quali sono le caratteristiche che affibbiamo maldestramente al genere femminile, e quali a quello maschile? Se immaginassimo di parlare per ore ad un essere umano senza conoscere il suo sesso, o il suo genere,  senza poterlo osservare, cosa ci porterebbe a pensare, superficialmente, che quella persona sia un uomo o una donna?
Insomma, quali sono i luoghi comuni che attaccano i due generi?

La comunissima donna-madre sensibile sacrificata e servizievole, indifesa, ma anche pettegola, senza vere amiche (perché le donne non conoscono l’amicizia vera), vanitosa, ritardataria, provocatrice e complicata (“complicata” anche sessualmente, come se ci volesse un foglio illustrativo) ma ordinata e da proteggere, che è cresciuta con i bambolotti e i pentolini, che non può guardare i porno e sicuramente non si masturba

l’uomo, questo essere maledetto che vuole solo scopare, che non sa cambiare i pannolini, che è più violento, che cerca il potere, che è lui il…

View original post 2.150 altre parole

Annunci

Informazioni su glencoe

male 64 years old
Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...