My North Eye

music won't save you

MY NORTH EYE – My North Eye II
(Reverb Worship, 2017)

Probabilmente in pochi si ricorderanno di un terzetto francese chiamato Dirge, attivo nel corso del decennio passato e artefice di una curiosa ibridazione tra immediatezza lo-fi e ombrose raffinatezze d’autore, che trovarono intrigante manifestazione nell’album “Rebecca” (2008). Di quella band era protagonista principale il songwriter e polistrumentista Yann Lafosse, il quale dopo la conclusione di quell’esperienza artistica ne ha intrapresa un’altra solitaria, che sotto forme ben diverse conserva delle radici nei Dirge la scarna attitudine sonora e il fascino per ambientazioni cupe ed evocative.

Queste ultime in particolare dominano la seconda opera di Lafosse sotto l’alias My North Eye, pubblicata in una limitata tiratura su cd-r e costituita da sette brani assai vari per durata e contenuto, oscillanti tra un misticismo psych-folk non privo di torbide torsioni rituali (si vedano gli oltre undici minuti di “Aufhebung 2”) e…

View original post 92 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...