Nina Cassian — Interno Poesia

C’è modo e modo di sparire Ho creduto di essere facilmente riconoscibile dal mio leggiadro anulare (ora tutto ingobbito) e dal cane piumato che mi accompagna. Ho creduto di poter essere una nappina appesa al Suo abat-jour, Donna Decrepitudine. La sabbia rosicchia la mia sagoma. Scompaio, divengo con lei una cosa sola. C’è modo…

via Nina Cassian — Interno Poesia

Questa voce è stata pubblicata in economia della condivisione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...