fasi della iniziazione personale

tratto da da: “i confini del mondo” di Igor Sibaldi

1
23

Questa voce è stata pubblicata in il mondo invisibile. Contrassegna il permalink.

4 risposte a fasi della iniziazione personale

  1. Lucio Mayoor Tosi ha detto:

    Ma certo che è ancora praticabile, l’iniziazione, sia nel bene che nel male (ammesso che si possano sempre distinguere e separare). Vien detta anche rinascita… dalla disperazione, dal dolore, dalla privazione, dallo scontento, dall’oscurità. Raramente si tratta di scelte serene, basate su principi slegati da necessità, per ragioni filosofiche o religiose.

    "Mi piace"

  2. Lucio Mayoor Tosi ha detto:

    Quel che voglio dire è che finché l’iniziazione resta un fatto personale, intimo e profondo, non porterà all’asservimento a comunità o religioni che potrebbero condizionare o limitare la libertà d’azione. L’iniziazione è un fatto assolutamente personale. Che poi non sia stato così nei secoli dimostra solo che si trattò di usanze comunitarie primitive. Oggi anche avere una carta d’identità può essere considerata una iniziazione.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...