del vivere vile e modesto

Forse stasera qualcuno ne ricorderà, rivivrà l’onda di sgomento di gennaio scorso e metterà di nuovo una bandiera francese sanguinante e fiera come foto di profilo; scriverà nel suo diario social frasi magnifiche, citerà poeti e commuoverà tra le foto dei gattini o i post radical chic e, dietro le tastiere, sarà un soldato della pace e dell’amore. Ma chi davvero vuole cambiare le cose, dovrebbe saper rinunciare a troppe dinamiche che confliggono con il manifestare il disgusto – se non momentaneo. Adesso, abbiamo la necessità di svegliarci, viviamo un’Italia, un’Europa e una società troppo sciatte ed individualiste, dove chi vuole fare solo i propri interessi è libero perché nessuno sembra mettersi in gioco e non vuol rischiare nulla.

di Othelloman articolo completo dal fatto quotidiano del 16 Novembre 2015

Questa voce è stata pubblicata in polis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...