leggi la lirica ascolta la musica – Kameriera /Victor Furbacken – Jane II



con chi esci questa sera
perché fai la cameriera
come mai porti i tacchi alti
perché fai sempre più tardi

salottino piccolino
gioco sempre da bambino
sogno sempre quello che sogni
che la vecchia con il capestro
un augurio che muoia presto

da domani ieri sera
con le braccia aperte
le mani alzate
anche se cosi
so che svoltato l’angolo alla schiena
ci fucilate
senza una vera intenzione
come per fare una buona azione

difficile dire
per qualcosa
continuare ad esistere
anche se è il caso di insistere
nel dire sempre
quello stesso ritornello
che sembra sempre nuovo
ed invece è sempre diverso

c’è sempre qualcosa da buttare via
ed in mezzo all’acqua sporca
c’e sempre qualcosa che non torna

parole piccole frasi smozzicate
in apparenza intercettate
nel labirinto delle cose
riprese mai lasciate

si è visto chi si è visto
riportare la figura davanti
come fosse
una cosa di tanti altri

la conservazione del ricordo
ha bisogno della cura ogni giorno
fino al giorno fatale
quando finisce la ripetizione
dello strano male

link Youtube – Victor Furbacken – Jane II
© lyric by Marino Pancheri, 2015. Tutti i diritti riservati.

Questa voce è stata pubblicata in Come capitani coraggiosi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...